oscarino: VIII edizione

Lovere, 22 – 24 settembre 2005
Cinema Teatro Crystal


Il Direttore del Festival

Otto anni fa iniziava la sfida di oscarino. Madrina del Festival: Maria Grazia Cucinotta.
Da allora il Festival del Cortometraggio, che si svolge sulla sponda bergamasca del Sebino, grazie alla perseveranza dei suoi fondatori è riuscito a ricamarsi uno spazio di rilievo nell’ambito cinematografico italiano fino a varcare i confini nazionali.
Dire oggi oscarino equivale a dire qualità e promozione dei giovani autori di cinema e del cinema stesso. La sempre qualificata giuria, quest'anno presieduta da Lina Wertmuller, è una garanzia per i partecipanti.
Insomma oscarino torna ogni anno più bello e più grande che prima.

Adriano Frattini

… e Hollywood va al lago …
Lovere 22 – 24 settembre 2005

Dal 22 al 24 settembre 2005 Lovere, deliziosa località sul lago d’Iseo (Bergamo), ospiterà l’ottava edizione di oscarino, Festival Internazionale dei Cortometraggi. Presieduto dal cartoonist Bruno Bozzetto, vede quest’anno come responsabile della giuria la regista Lina Wertmüller.
Molti i corti provenenti da tutto il mondo - due dagli Stati Uniti, quattro da Cinecittà… - a contendersi gli svariati e prestigiosi premi.
Oscarino è un evento che si completa anche attraverso l’impegno di sostenere nuovi talenti italiani ed europei e, dopo il successo dell’anno scorso, prosegue l’iniziativa del premio per il miglior film di scuole di cinema internazionali che vede in concorso cortometraggi realizzati da allievi di scuole cinematografiche di tutta Europa e da quest’anno, oltre ai premi tradizionali (tutti in denaro) tra cui miglior film, regia, colonna sonora, soggetto, sono stati istituiti il premio al miglior cortometraggio bergamasco e il premio al film più creativo realizzato da un giovane sotto i 30 anni.
Le novità non sono finite: visto l’alto livello delle opere pervenute negli ultimi anni, il Festival presenterà mercoledì 28 settembre al cinema Palestrina di Milano, una rassegna dei filmati vincitori dell’edizione 2005 e inoltre, come sul mitico boulevard hollywoodiano anche a Lovere, sulla passeggiata lungolago, saranno installate pietre con i nomi degli ospiti di tutte le edizioni.

Con una giuria d’eccezione composta da direttori di testata, critici cinematografici e musicali, il Festival si apre giovedì 22 settembre con il film "Mimì metallurgico ferito nell'onore" di Lina Wertmüller; prosegue venerdì 23 con la presentazione di tutti i corti selezionati e si conclude sabato 24 con la serata di premiazione - la notte degli oscarini - e la proiezione del corto fuori concorso "Thunder Perfect Mind" di Ridley e della figlia Jordan Scott.

Tra i vari ospiti attesi, Nicoletta Romanoff e Giorgio Pasotti che consegnerà il premio al vincitore e presenterà un filmato con sequenze tratte dai suoi lavori più importanti.

I CORTI SELEZIONATI

PRIMO BACIO
di Barbara Bevacqua – Italia; 7,23 minuti
Undici anni scappa di casa per andare alla prima del film della sua attrice. Il suo primo bacio deve essere per lei e nessun’altra, ma alla stazione…

A SILENCE INSIDE
di Laura Stabilini - USA; 12 minuti
Alice ha 25 anni ed è sopravvissuta ad uno stupro. Vive nell’incubo per lei e sua figlia. Deve farcela da sola, poi deve scegliere se continuare o fidarsi di qualcuno.

TECNOLOGY-X
di Federico della Corte – Italia; 7 minuti
Una storia moderna. Una sfida di telefonini. Una sfidatoria di tecnologie. Tutto su una panchina poco tecnologica.

LO GUARRACINO
di Michelangelo Fornaro – Italia; 10 minuti
Una canzone di autore anonimo del XVIII secolo diventa un videoclip a modo suo tra fantasie e vita quotidiana.

…IL TEMPO DI UNA…
di Romano Usai – Italia; 1,15 minuti
In un minuto e poco più la storia dell’ultima sigaretta

LA PENNA
di Bruno di Marcello – Italia; 1,44 minuti (animazione)
Un omaggio a Bruno Bozzetto. Una penna trovata sul marciapiede vive di una vita indipendente e materializza ciò che scrive

FOGLIE
di Gabriele Fonseca – Italia; 12 minuti
Un grande Piero Mazzarella in una chicca di ordinaria follia.

REPLAY
di Rolf Mandolesi – Italia; 2 minuti
In un minuto concentrato dello sfruttamento dei più deboli

LA PARTE
di Maurizio Ongaro – Italia; 7 minuti
Alla pinacoteca la guida e il visitatore. Il ruolo della guida va stretto e deve essere cambiato. A quale costo?

L’ULTIMO REGALO
di Sabina Erimacea – Italia; 11,15 minuti
Natale dei bimbi e Natale degli adulti, una poesia immersa in tanta prosa commerciale.

NAUSEA CONTRATTUALISTICA
di Michele Cadei – Italia; 7 minuti
Dal mattino alla sera: la giornata vissuta attraverso il racconto-balletto delle mani.

LA SCARPA
di Andrea Rovetta – Italia; 5 minuti
Un rapporto finito e la vendetta di lei. Una storia leggera per una sbarazzina Cecilia Dazzi

CHIAMARE ORE PASTI
di Alessandro Clerici e Massimo Dalprà – Italia; 5,10 minuti
Un operaio con il cuore allegro e la faccia triste, una vecchia ma preziosa bicicletta, una canzone d’altri tempi. Un omaggio a Vittorio De sica.

FISH
di Kim Spurlock – Usa; 4,30 minuti
Un pescivendolo, un bambino, un anziano, il pesce viene acquistato per…

DANGLE
di Phil Traill – UK, 5 minuti
Sul monte innevato c’è l’interruttore della luce del mondo, lo trova ma qualcosa non funzione.

THE CARPENTER AND HIS CLUMSY WIFE
di Peter Foot – Irlanda; 12 minuti
Una moglie sprovveduta e pasticciona, un marito falegname che con amore costruisce i pezzi di ricambio.

WHAT THE
di Simon Ellis – UK; 6,30 minuti
La televisione come l’orwelliano grande fratello entra in casa fisicamente e non c’è via d’uscita.

PLAY’N HOUSE
di Chiara Battistini – Italia; 9 minuti
Danza moderna. Un gruppo di danzatori intrecciano i loro corpi in un montaggio perfetto.

I PREMI

Miglior film: € 2.500
premio Comune di Lovere

Miglior regia: € 1.500
premio Ascom-Asarco

Miglior film scuole di cinema: € 1.500
premio Cantieri Riva

Miglior soggetto: € 1.000
premio Vallitv

Miglior colonna sonora: € 1.000
premio Quiet, Please!

Miglior film straniero: € 1.000
premio Camera di Commercio di Bergamo

Miglior film d’autore bergamasco: € 500
targa L’Eco di Bergamo

Miglior film innovativo dei giovani under 30: € 1.000
premio Haibun

Persico Wertmüller: (premio personale del presidente della giuria)
stage sul set del nuovo film di Lina Wertmüller)

Luccio d’oro
menzione speciali della Giuria

Presidente del Festival: Bruno Bozzetto
Presidente della Giuria: Lina Wertmüller
Organizzazione: Fondazione Domenico Oprandi
Segreteria operativa: Cinema Teatro Crystal
Via Valvendra, 15 - Lovere
Tel. 035.964057

Ufficio Stampa: Studio Vezzoli
Alessandra Vezzoli 335.6813563
Corso Garibaldi, 125 - 20121 Milano
Tel. 02.6552781 Fax. 02.6552346
alessandra@studiovezzoli.com

Informazioni: Biblioteca Civica
Villa Milesi 24065 Lovere - BG
Tel. 035.983700
www.oscarino.org
e-mail: info@oscarino.org
biblioteca.lovere@libero.it

Ingresso al pubblico: Gratuito per il 22 e 23; per il 24, la serata di premiazione, con richiesta d’invito presso la Biblioteca Civica o l’Ufficio Turistico

GIURIA UFFICIALE

Lina Wertmüller – Presidente; regista
Ferdinando Arnò – Musicista
Pino Belleri – Direttore di Oggi
Franco Cipolla – Produttore cinematografico
Cesare Fracca – Produttore cinematografico
Andrea Frambrosi – Critico cinematografico
Silvia Ghezzi – Camera di Commercio di Bergamo
Massimo Lastrucci – Critico cinematografico
Filippo Mazzarella – Critico cinematografico

(16/09/2005)

home news Ciak! Si gira... interviste festival schede film recensioni fotogallery vignette link scrivici ringraziamenti credits

Settimanale di informazione cinematografica - Direttore responsabile: Ottavia Da Re
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Venezia n. 1514/05 del 28 luglio 2005
Copyright © www.quellicheilcinema.com. Tutti i diritti sui testi e sulle immagini sono riservati - All rights reserved.