Lo stagista inaspettato
 

I fratelli Grimm e l'incantevole strega

I fratelli Grimm...un pot pourri di favole

Dall’ex Monty Python’s , Terry Gilliam, con Matt Demon e Heath Ledger ad impersonare i due fratelli Grimm: Jacob e Wilhelm (quest’ultimo ovviamente Will nel film), con la presenza di Monica Bellucci nella parte della strega cattiva, prodotto da un’altra coppia di fratelli, i Weinstein, è una miscellanea colorata, piacevole ma non eccelsa, delle favole più famose per bambini targate Grimm.
Girato nei dintorni di Praga (come La leggenda degli uomini straordinari di S. Norrington), è ambientato con forti caratteri gotico- nordici nella Germania sottomessa all’impero Napoleonico. La trovata di Gilliam sta nel fatto che i fratelli Grimm, non ancora famosi e in cerca di ispirazione, vengono ritratti come abili mistificatori di eventi sovrannaturali. Con gran marchingegni, funi, armature scintillanti, si professano cacciatori di streghe e fantasmi. Fino a che, smascherati e catturati dall’intelligence francese, sono costretti ad accettare forzatamente un incarico. Questi si rivelerà un vero e proprio pandemonio, tra incantesimi e maledizioni di un villaggio stregato.
Tutto attorniato da un'atmosfera onirica più che fantastica, passando attraverso Cenerentola, Cappucetto Rosso, Hansel e Gretel, i nostri eroi dovranno risolvere il mistero di 12 bambine inghiottite dalla foresta. Una nota positiva del film è la presenza di Cavaldi (Peter Stormare), bizzarro figuro al servizio dei francesi (con lui si ride sempre). Altra presenza "italiana", oltre al solito cammeo della Bellucci senza lode né infamia, le musiche di Dario Marianelli.


Filippo Armellin

I fratelli Grimm e l'incantevole strega

Vai alla scheda del film

home news Ciak! Si gira... interviste festival schede film recensioni fotogallery vignette link scrivici ringraziamenti credits

Settimanale di informazione cinematografica - Direttore responsabile: Ottavia Da Re
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Venezia n. 1514/05 del 28 luglio 2005
Copyright © www.quellicheilcinema.com. Tutti i diritti sui testi e sulle immagini sono riservati - All rights reserved.