Lo stagista inaspettato
 

Gangster Squad

Los Angeles, 1949. Lo spietato gangster di Brooklyn Mickey Cohen (Sean Penn) tiene in pugno la città, raccogliendo guadagni illeciti dalla droga, dalle armi, dalla prostituzione e dalle scommesse. Tutto questo accade sotto gli occhi compiacenti e corrotti di politici e agenti di polizia. Per contrastare il boss e la sua squadra, scende in campo un piccolo gruppo di uomini del LAPD (Los Angeles Police Departement), guidati dal sergente John O’Mara (Josh Brolin) e dal sergente Jerry Wooters (Ryan Gosling). I membri della “gangster squad” sono pronti a tutto pur di catturare il più pericoloso criminale della città, anche infrangere quella stessa legge per la quale si battono.
Ambientato nell’età d’oro di Hollywood, “Gangster Squad”, è basato su fatti realmente accaduti. All’indomani della Seconda Guerra Mondiale, a L.A. si continua a combattere. Una guerra diversa, ma pur sempre una guerra. Il sergente John O’Mara si scontra, non solo con uno spietato boss, ma anche con la corruzione dilagante fra i politici e le autorità. O’Mara ha combattuto nella Seconda Guerra Mondiale perché il suo paese, e molti altri, potessero conservare la loro indipendenza, ora non può accettare che la sua città sia tenuta sotto scacco da un criminale. Per questo motivo non esita a prendere parte all’azione, nonostante la moglie, in attesa del loro primo figlio, si dica contraria.
Ad interpretare il boss Mickey Cohen è il boss del cinema internazionale Sean Penn, impeccabile come al solito, rende il personaggio affascinante nonostante compia azioni deprecabili. I suoi avversari sono tutti eccellenti: i candidati all’Oscar Josh Brolin ("Milk", "Il Grinta"), Ryan Gosling ("Half Nelson", "Blue Valentine") e Nick Nolte ("Warrior", "Affliction") nel ruolo di capo del dipartimento di polizia. Completa il cast stellare l’affascinante Emma Stone - nei panni di un’aspirante attrice finita fra le braccia di Cohen - un personaggio chiave che si rivelerà fondamentale ai fini narrativi.
Grande cura è riservata all’immagine che ci riporta alla fine degli anni quaranta, in una Los Angeles in fermento, ambito trofeo per la malavita organizzata. Tutto è stato ricostruito con attenzione - si percepisce l’atmosfera di quegli anni ruggenti - mantenendo comunque un aspetto moderno. Un film ricco “Gangster Squad”, dalle molte sfaccettature e dai molti temi: corruzione, giustizia, redenzione. Ma è soprattutto la storia di sei uomini pronti a tutto in nome della giustizia.
Segnaliamo infine l’avvincente concorso “Nessun distintivo”, una grafic novel che permette di vincere un soggiorno per due persone a Los Angeles. Per tentare la fortuna e sperare di approdare nella mitica città di Mickey Cohen. Eccovi il link http://www.nessundistintivo.it






Trailer:




Sito del film: www.GangsterSquad.it
Facebook: https://www.facebook.com/GangsterSquadIT
Twitter: http://twitter.com/GangsterSquadIT

20/02/2013


Andrea De Stefani

Gangster Squad

Vai alla scheda del film

home news Ciak! Si gira... interviste festival schede film recensioni fotogallery vignette link scrivici ringraziamenti credits

Settimanale di informazione cinematografica - Direttore responsabile: Ottavia Da Re
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Venezia n. 1514/05 del 28 luglio 2005
Copyright © www.quellicheilcinema.com. Tutti i diritti sui testi e sulle immagini sono riservati - All rights reserved.