Lo stagista inaspettato
 

28 giorni dopo

Danny Boyle dopo Trainspotting e The Beach conferma la sua fama di regista bravo è attento con questa pellicola sperimentale dal sapore incredibilmente documentaristico girata interamente con cineprese Mini DV Canon (volendo aggiungere, non per demeriti ma per concezione, l'ultimo stadio della risoluzione in fatto di ripresa digitale) supportata anche da un ottima fotografia dell' inglese Antony Dod Mantle (Dogville).
Con una stupenda colonna sonora composta da John Murphy (Snatch) che fa da cartina tornasole virando da terrificanti attimi, momenti drammatici e claustrofobici ad altri luminosi di speranza, Danny Boyle descrive con maestria un futuro non lontano violato dall'ignoranza degli uomini, che in nome di un ideale attivista liberano una strage…
Gli occhi degli infettati hanno dell'indescrivibile, in un terribile realismo espresso da movimenti e urla, con una voglia di sangue che ricorda vagamente le ambientazioni romeriane e le situazioni di uno sceneggiato BBC del 1975 (andato in onda in Italia fra il 1976 e il 1983) chiamato I sopravvissuti.
Straziante è la scena del ritrovamento dei genitori nella propria casa da parte del protagonista Jim (Cillian Murphy), terrificante quella successiva dell'intrusione di due infettati che, per velocità d'otturatore e montaggio, mi ha fatto sobbalzare letteralmente dalla sedia (cosa ardua ultimamente).
Un film difficile quanto bello che narra dell'inutilità di un bel tramonto, di un cielo terso o di una serena visione come possono esser dei cavalli liberi di correre in prati senza confini quando il male è inesorabilmente radicato negli uomini, non infetti compresi...


Fabio Pirovano

28 giorni dopo

Vai alla scheda del film

home news Ciak! Si gira... interviste festival schede film recensioni fotogallery vignette link scrivici ringraziamenti credits

Settimanale di informazione cinematografica - Direttore responsabile: Ottavia Da Re
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Venezia n. 1514/05 del 28 luglio 2005
Copyright © www.quellicheilcinema.com. Tutti i diritti sui testi e sulle immagini sono riservati - All rights reserved.