Lo stagista inaspettato
 

Ocean's Twelve

Un sequel di un remake che sicuramente verrà ricordato per la memorabile parata di star, ma non sicuramente per i contenuti espressi.
Se la regia di Steven Soderbergh, qui ancora in veste di direttore della fotografia con lo pseudonimo di Peter Andrews, rimane legata a certi canoni che hanno reso famoso il primo episodio, la sceneggiatura (George Nolfi) si rivela un vero è proprio “escamotage”.
Davvero triste e poco efficace è, ad esempio, il gioco che il regista innesca con lo spettatore equivocando compiaciuto fra la Julia Roberts vera/falsa e la guest star Bruce Willis, mentre sicuramente più azzeccata è la new entry del personaggio di Catherine Zeta-Jones (nel ruolo dell'agente Isabel Lahiri), bella come al solito e, diciamo pure, “utile” alla causa di questo seguito, ma non tutto fila per il verso giusto: non funzionano le ambientazioni europee (meno spettacolari della scintillante Las Vegas del primo film, ma potenzialmente molto più suggestive come ha dimostrato il recente The Bourne Supremacy) e non funzionano le stesse (troppe) star, al punto che il film finisce per apparire come un’iconografia glamour-cinematografica scontata quanto noiosa, a tratti perfino complessa e di non immediata comprensione.
Una nota di merito va al duo composto da George Clooney e Brad Pitt, alias Danny Ocean & Rusty Ryan, che offrono il meglio di sé, pur tenendo sempre un piede nel "macchiettistico", ma non basta il loro affiatamento e il loro insuperabile charme per risollevare le sorti del film; e a noi non resta che timbrare questo Ocean 12 come una “marchetta d’Autore”, anche se il fregio di Autore, di cui avrebbe potuto vantarsi Soderbergh all’indomani del bellissimo e complesso Solaris (dopo lo straordinario Traffic, lo sperimentale Full Frontal e lo stesso - metacinematografico - Ocean's Eleven), alla luce "opaca" di questo film, purtroppo si rivela un aggettivo davvero poco appropriato...


Fabio Pirovano

Ocean's Twelve

Vai alla scheda del film

home news Ciak! Si gira... interviste festival schede film recensioni fotogallery vignette link scrivici ringraziamenti credits

Settimanale di informazione cinematografica - Direttore responsabile: Ottavia Da Re
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Venezia n. 1514/05 del 28 luglio 2005
Copyright © www.quellicheilcinema.com. Tutti i diritti sui testi e sulle immagini sono riservati - All rights reserved.