Seguici su Facebook !

Cerca




La recensione: COLLATERAL BEAUTY a cura di Ilaria Serina

Al cinema dal 4 gennaio

Amore. Tempo. Morte. Questi sono secondo Howard Inlet, brillante agente pubblicitario a capo di un’agenzia newyorkese di successo, i cardini della nostra intera esistenza e tutto ciò che realmente ci accomuna a qualunque altro essere umano sulla faccia della Terra: una connessione profonda data dall’innegabile condivisione di questi tre aspetti della vita che ci legano gli uni agli altri ben al di là di tutto quello che, al contrario, potrebbe mai dividerci. In un memorabile discorso di trionfo atto a celebrare un anno di successi lavorativi, Howard ( Will Smith ) ricorda a tutti i suoi collaboratori come tale successo sia giunto proprio poiché ognuno di loro lavora tenendo sempre ben a mente l’unica, vera, essenziale domanda che ci spinge ad alzarci ogni mattina per vivere la giornata che ci attende e alla quale ha senso cercar di dare una risposta: “perché?” Quesito non da poco, al quale potremo riuscire a restituire un pieno significato solo non trascurando mai quel umano trittico comune denominatore...


La recensione: SHUT IN a cura di Ilaria Serina

Al cinema dal 7 dicembre

Mary Portman (Naomi Watts)è una psicologa infantile costretta a vivere una realtà di semi isolamento a causa di un incidente d’auto che l’ha resa vedova ed ha ridotto Steven, il suo figliastro, in stato vegetativo. Le sue giornate sono scandite dalla quotidiana routine che la vede occuparsi con dedizione di tutte le fondamentali necessità dell’adolescente, al quale è legata da un sincero affetto, ma anche da un profondo senso di colpa irrisolto, a causa di incomprensioni passate e che oramai, proprio per la situazione che entrambi si trovano a vivere e a dover condividere, difficilmente avranno mai la possibilità di chiarire. Mary si divide dunque tra la casa in cui adempie pienamente al suo ruolo di madre, allo studio, situato a pochi metri da essa, in cui invece esercita la sua professione. L’incessante reiterarsi di giornate identiche le une alle altre che perdura oramai da mesi, con le ovvie difficoltà non solo fisiche, ma anche psicologiche, provano a tal punto lo stato di salute di Mary d’arrivare a soffrire di forti allucinazioni e disturbi del sonno, tanto da richiedere l’intervento di un amico e collega, il Dr. Wilson...


La recensione: E' SOLO LA FINE DEL MONDO a cura di Ilaria Serina

Al cinema dal 7 dicembre

Xavier Dolan continua a mantenere al centro dei suoi film le complesse e delicate dinamiche famigliari, raccontandole con l’innegabile originalità di una regia che lo ha reso “l’enfant prodige” del cinema canadese, lo ha visto gradito ed apprezzato ospite del Festival di Cannes negli ultimi sei anni – ad eccezione della parentesi veneziana nel 2013 con “Tom à la ferme” – imponendolo sul panorama internazionale come uno degli autori più interessanti e promettenti tra le nuove leve di cineasti. Il rapporto conflittuale con la figura materna grazie al quale ha esordito a soli diciannove anni con “J’ai tué ma mère” e raccontando il quale si è aggiudicato il Premio della Giuria alla 67esima edizione del Festival di Cannes con l’intenso e riuscitissimo “Mommy”; si accompagna alle difficoltà che spesso s’incontrano nel ricercare e confrontarsi con la propria identità sessuale ( “Laurence Anyways e il desiderio di una donna” ), sino ad affrontare il tema del distacco, sia esso voluto più o meno consapevolmente per riaffermare la propria indipendenza ed identità, piuttosto che imposto da ingerenze superiori e al di fuori del nostro controllo...


Niccolò Fabi in concerto al Corso di Mestre con UNA SOMMA DI PICCOLE COSE

“UNA SOMMA DI PICCOLE COSE”
TARGA TENCO 2016 COME ALBUM DELL’ANNO
A tre anni dalla precedente vittoria con il disco “ECCO”
Dopo un tour di grande successo in tutta Italia
DA OTTOBRE IL PRIMO TOUR EUROPEO
DA DICEMBRE UN NUOVO TOUR TEATRALE ITALIANO CHE PORTERA' NICCOLO' FABI AL TEATRO CORSO DI MESTRE...


Carmen Consoli al Teatro La Fenice il 5 marzo 2017

Ospite di Veneto Jazz, presenta il tour teatrale “Eco di sirene”. Domenica 5 marzo 2017

Tappa speciale a Venezia per Carmen Consoli in occasione del suo nuovo tour teatrale “Eco di sirene”, con Emilia Belfiore (violino) e Claudia della Gatta (violoncello).
Domenica 5 marzo (inizio ore 20.00) la cantantessa sarà per la prima volta al Teatro La Fenice, ospite di Veneto Jazz. Un palcoscenico prestigioso per una delle interpreti italiane più amate, cantante, performer e musicista grintosa e passionale, fuori da ogni etichetta...


TEATRO / La recensione: PROVANDO...DOBBIAMO PARLARE di Sergio Rubini

TEATRO: la recensione di “PROVANDO…DOBBIAMO PARLARE”
Dal Teatro al Cinema e poi di nuovo al teatro
Dal 17 al 21 febbraio al Teatro Toniolo di Mestre


"...Da un copione ad un canovaccio di sceneggiatura, passando per alcune recite pubbliche per tastare “i colpi di tosse” del pubblico di piccoli spettacoli fino ad approdare al cinema per poi tornare alla sua 'mise-en-scène' naturale, il teatro, tutto nasce dalla volontà di provare a inscenare e concentrare una storia in un’unica notte..." Così il regista e protagonista Sergio Rubini di “Provando… dobbiamo parlare”, in un prologo che anticipa la rappresentazione dello spettacolo scritto da lui, Carla Cavallucci e Diego De Silva in scena al Teatro Toniolo di Mestre (dal 17 al 21 febbraio), dopo aver raccolto consensi ovunque.


La recensione: FUOCOAMMARE di Gianfranco Rosi, ORSO D'ORO come miglior film a Berlino

“Nei miei film mi sono spesso trovato a raccontare mondi circoscritti, che fossero realmente o idealmente tali. Questi universi, a volte piccoli come una stanza, hanno una loro logica e un loro movimento interno. Coglierli e riportali è la parte più complicata del mio lavoro. […] A Lampedusa mi sono allo stesso modo trovato a comprendere il funzionamento, se così posso esprimermi, di altri mondi concentrici con le loro regole e i loro tempi: l’isola, il Centro di Accoglienza, la nave Cigala Fulgosi”
Gianfranco Rosi


Lampedusa, la più grande dell’arcipelago delle Pelagie, è una lingua di terra di poco più di 20 km², aspra e brulla, che trae forza e bellezza dal fascino primordiale del Mar Mediterraneo ed è divenuta, specialmente negli ultimi vent’anni, un autentico miraggio per chi incalzato dalla povertà, dalla fame o dalla guerra si affida alle onde aggrappandosi, con quanta più forza non sia dato avere a qualunque essere umano, quella della disperazione, alla più grande di tutte le speranze: la promessa di una vita migliore, una qualunque vita che sia degna di questo nome e che sia in grado di preservare, per quanto possibile, almeno una parvenza di dignità umana...






quelliche...ilcinema - Sito Eccellente al Premio Donna Web 2005

www.quellicheilcinema.com - Sito Eccellente al Premio Web Italia 2005
 

Festival


73 Mostra del Cinema di Venezia

Photo gallery


Le mmagini piu belle dalla 73 Mostra del Cinema di Venezia !!



 

home news Ciak! Si gira... interviste festival schede film recensioni fotogallery vignette link scrivici ringraziamenti credits

Settimanale di informazione cinematografica - Direttore responsabile: Ottavia Da Re
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Venezia n. 1514/05 del 28 luglio 2005
Copyright © www.quellicheilcinema.com. Tutti i diritti sui testi e sulle immagini sono riservati - All rights reserved.